Coronavirus, Istat: Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown

Red/Gca

Roma, 5 giu. (askanews) - Tv e relazioni sociali sono stati i due grandi pilastri nel periodo di lockdown. E' quanto emerge dal Report Fase 1 dell'Istat. Fra le attivit di tempo libero, quella che ha coinvolto il maggior numero di cittadini riguarda l'uso dei mezzi e dispositivi (93,6%) che, nella fase 1, sono stati un indispensabile canale di aggiornamento sull'evoluzione della situazione oltre che di intrattenimento. La tv, vista dal 92% dei cittadini, si conferma la compagna di viaggio soprattutto nei momenti pi difficili e per le categorie pi vulnerabili: i livelli i pi elevati si sono osservati tra la popolazione anziana di 65 anni e pi che, nella quasi totalit dei casi, ha fruito di questo mezzo di comunicazione (96,2% dei casi). Tra coloro che ne hanno fruito nel corso della giornata, quasi uno su due (45,9%) ha dedicato pi tempo del solito alla fruizione del mezzo televisivo. Sono soprattutto i giovani fino a 34 anni e le persone nelle classi di et centrali ad avere visto la televisione in misura maggiore rispetto al periodo precedente: 53,2% tra i 18 e i 34 anni e 50,1% tra i 35 e 54 anni. La tv, vista dal 92% dei cittadini, si conferma la compagna di viaggio soprattutto nei momenti pi difficili e per le categorie pi vulnerabili: i livelli i pi elevati si sono osservati tra la popolazione anziana di 65 anni e pi che, nella quasi totalit dei casi, ha fruito di questo mezzo di comunicazione (96,2% dei casi). Tra coloro che ne hanno fruito nel corso della giornata, quasi uno su due (45,9%) ha dedicato pi tempo del solito alla fruizione del mezzo televisivo. Sono soprattutto i giovani fino a 34 anni e le persone nelle classi di et centrali ad avere visto la TV in misura maggiore rispetto al periodo precedente: 53,2% tra i 18 e i 34 anni e 50,1% tra i 35 e 54 anni. Il 22% circa ha ascoltato la radio, con livelli pi elevati di ascolto tra le persone di et compresa tra 55 e 64 anni (27,1%). Poco meno di uno su tre ha dedicato pi tempo alla fruizione di questo mezzo di comunicazione. (segue)