Coronavirus, in Italia definitività casi positivi arriva dall'Iss

Gtu

Roma, 27 feb. (askanews) - La positività dei casi di persone contagiate dal coronavirus, i cui dati sono comunicati dalle singole Regioni, arriva solo dalla conferma ufficiale dell'Istituto superiore di sanità, con l'apposita struttura di sorveglianza che lo comunica poi all'Oms.

"In queste ore - spiega il ministro della Salute Roberto Speranza - i numeri sono spesso stati dati sul piano regionale, ma l'ufficialità e la definitività di questi numeri passa da una certificazione dell'Iss, che chiaramente riceve i tamponi positivi dalle regioni e la verifica per la definitiva conferma c'è bisogno di un ufficiale pronunciamento dell'Istituto superiore di sanità".

"L'Istituto superiore di sanità non è una struttura diagnostica, quindi lavora su piccoli numeri ma via via confermerà tutti i casi", ha spiegato Giuseppe Ippolito direttore scientifico dell'Istituto Lazzaro Spallanzani, ricordando che in Italia "l'unica struttura che comunica le positività all'Organizzazione mondiale della Sanità è il centro di riferimento nazionale per l'influenza dell'Istituto superiore di Sanità. Per la conferma ci vorrà un certo periodo di tempo ma ci sarà".

Si tratta quindi di una conferma soprattutto procedurale, e "solo in minima parte - spiega l'epidemiologo Pierluigi Lopalco - serve anche ad eliminare un eventuale falso positivo, ma questo rischio dipende da dove arriva il test primario, perché si tratta di un test piuttosto nuovo ma un laboratorio esperto come può essere il Sacco o lo Spallanzani non hanno questi problemi. Il margine di errore è quasi zero".

Lo stesso Iss sul sito spiega che "i casi sospetti per Covid-19 vengono inizialmente testati presso i laboratori di riferimento individuati dalle Regioni e dalle Province Autonome". E "sui casi che risultano positivi vengono ripetuti i test per la conferma di positività all'infezione da Sars-CoV-2". Quindi "occorre distinguere tra casi 'segnalati', casi positivi al test e casi confermati. Solo quelli risultati positivi al secondo test sono confermati e risultano nei rapporti ufficiali pubblicati".