Coronavirus, italiani a Tenerife: “Non ci fanno uscire dall’albergo”

Coronavirus italiani Tenerife

Lorenza Frasca, una donna romana, si trova insieme al marito e alle due bambine, di 21 mesi e 5 anni, si trovano bloccati all’interno di un hotel a Tenerife da sabato 22 febbraio. All’interno della struttura turistica sono risultati positive al coronavirus 5 ospiti. L’albergo adesso si trova in quarantena ed è piantonato dalla polizia spagnola.

Coronavirus, italiani bloccati a Tenerife

Le condizioni in cui si trovano costretti a vivere gli italiani bloccati nell’hotel a Tenerife è abbastanza drammatica come racconta in un video Lorenza Frasca: “Sono restia a fare queste cose perché non amo i telefoni, ma ho capito che è l’unica cosa che ci resta da fare perché molti di voi pensano che noi siamo in vacanza, molti di voi pensano che una quarantena in un’albergo a 4 stelle in Spagna sia una cosa carina. Non è assolutamente così, stiamo malissimo, vogliamo tornare a casa. Ho due bambine, stiamo male e le bambine non mangiano ed hanno gli incubi. Vivono in un ambiente non salubre con persone che girano con queste maschere e questi guanti, sembrano fantascientifici. Ogni tanto entrano queste persone vestite come robot che gridano loro in una lingua che non conoscono. Se rimaniamo qui finiremo per ammalarci“.

Lorenza chiede l’intervento dell’ambasciata per poter rientrare in Italia: “Chiedo da una settimana di fare la quarantena ma in un posto dove qualcuno si possa prendere cura delle mie figlie”. E continua: “Voglio tornare a casa, voglio che il mio governo si preoccupi di me e delle mie bambine. Se rimaniamo qui ci ammaleremo. E se succede che sarà delle mie bambine?”.