Coronavirus, Iv: contagio Bertolaso conferma tafazzismo Governo

Rea

Roma, 24 mar. (askanews) - "La positività di Guido Bertolaso è purtroppo l'amara conferma di quanto sia stata tafazziana la strategia del Governo e del presidente del Consiglio Conte: non aver nominato super commissario nazionale l'ex capo della Protezione civile, come chiedeva nella maggioranza Italia Viva, ed esserselo fatto scippare dalla Regione Lombardia ha comportato che alla fine Bertolaso è rimasto contagiato. Invece di essere chiamato a Roma a guidare come un generale, è stato inviato in prima linea come un soldato e lì i rischi di contagio erano evidentemente maggiori". Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva Michele Anzaldi.

"Ora ci ritroviamo il miglior generale possibile - prosegue Anzaldi - che è costretto alla quarantena per colpa del virus, mentre a Roma vediamo ancora troppo vaghe conferenze stampa del commissario agli acquisti sanitari, che non ha alcuna esperienza di gestione delle emergenze, mentre parla di 5 milioni di mascherine consegnate ieri: a chi sono state date, visto che ancora molti medici ne sono sprovvisti? Quale è la lista dettagliata delle consegne? Regioni, medici di base, infermieri, tutti ancora lamentano l'assenza di dispositivi di protezione".