Coronavirus, Iv: in dl indispensaili misure per edilizia

Rea

Roma, 16 mar. (askanews) - "Il grido d'allarme lanciato dall'Ance va assolutamente ascoltato: nel decreto servono misure specifiche per il settore dell'edilizia e dei cantieri". Lo dichiarano Raffaella Paita e Luciano Nobili, componente di Italia Viva in Commissione Trasporti alla Camera.

"Il settore edile - spiegano - è un pilastro economico del Paese. Fermare quello significa correre il rischio di compromettere la nostra economia. E questo non può e non deve accadere. Allo stesso tempo, è indispensabile fare in modo che a chi è impegnato nei cantieri siano garantite condizioni di sicurezza specifiche, dal momento l'attività edilizia presenta particolarità e rischi che devono essere affrontate con norme ad hoc. Chiediamo quindi che il governo se ne faccia subito carico. Rilanciamo anche l'idea, già accolta con favore trasversale dal mondo politico e produttivo, di attuare subito il piano Shock proposto da Italia Viva. E' lo strumento più rapido ed efficace per ridare al settore e a tutto il sistema economico italiano la spinta di cui avrà bisogno per ripartire una volta superata l'emergenza sanitaria", concludono.