Coronavirus, Joe Biden si sottoporrà alla terza dose di vaccino

·2 minuto per la lettura
Biden terza dose
Biden terza dose

Come annunciato dallo stesso presidente americano, Joe Biden, lui e la moglie si sottoporranno alla terza dose di vaccino anti-Covid.

Biden riceverà la terza dose di vaccino anti-Covid

“Io e la First Lady ci sottoporremo alla terza inoculazione, perché ci siamo vaccinati tempo fa, credo nel mese di dicembre”. A dirlo è lo stesso Biden, che ha risposto a una domanda del giornalista George Stephanopoulos nel corso di un’intervista rilasciata all’emittente Abc.

Il presidente degli Stati Uniti resta impegnato in prima linea nel dibattito sulla situazione in Afghanistan, dove le tensioni e il terrore sono all’ordine del giorno, proprio come le polemiche conseguenti al ritiro delle truppe occidentali. Nel frattempo prosegue anche la sua lotta contro la pandemia. Negli Usa l’emergenza coronavirus continua a fare paura, anche a causa della rapida diffusione della variante Delta. Nella giornata di martedì 17 agosto 2021 si sono registrati più di mille vittime, mai così tante dal mese di aprile. Il totale dei decessi dall’inizio della pandemia negli Stati Uniti supera i 620.000.

Biden riceverà la terza dose e da settembre sarà distribuita ad ampio raggio

Le autorità sanitarie statunitensi hanno fatto sapere che dal 20 settembre distribuiranno ad ampio raggio le terze dosi di vaccino anti-Covid.

Infatti, si legge in una nota: “I dati disponibili mostrano chiaramente che la protezione contro l’infezione da coronavirus diminuisce con il tempo e, in coincidenza con la variante Delta, iniziamo a vedere una protezione ridotta contro la malattia in forma moderata e lieve. Abbiamo concluso che un richiamo sia necessario per massimizzare la protezione da vaccino e prolungare la sua durata.

Biden riceverà la terza dose di vaccino, ma l’Oms sottolinea: “Priorità è proteggere tutti”

Mentre il presidente Joe Biden ha fatto sapere che si sottoporrà a una nuova dose di vaccino anti-Covid, l’Oms sottolinea che al momento non è necessaria: bisogna pensare a proteggere tutti, garantendo la maggior immunizzazione possibile.

Come dichiarato da Soumya Swaminathan, chief scientist dell’Organizzazione mondiale della Sanità, la priorità al momento deve essere quella di aumentare le coperture nei Paesi che non hanno ancora avuto accesso ai vaccini. Quindi ha precisato: Ci opponiamo fermamente alla terza dose per tutti gli adulti nei Paesi ricchi, perché non aiuterà a rallentare la pandemia. Togliendo dosi alle persone non vaccinate, i booster favoriranno l’emergere di nuove varianti”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli