Coronavirus, Kazakistan e Uzbekistan chiudono confini

Ihr

Roma, 15 mar. (askanews) - Il Kazakistan e l'Uzbekistan hanno chiuso oggi i loro confini dopo che le due maggiori nazioni dell'Asia centrale hanno confermato i loro primi casi di coronavirus, otto la prima e uno solo la seconda. Lo scrive il Guardian.

Il presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev ha dichiarato lo stato di emergenza, vietando l'ingresso in Kazakistan a tutti tranne che ai cittadini di ritorno, ai diplomatici e a quelli invitati dal governo; Ai kazaki è anche vietato lasciare il Paese.

L'Uzbekistan ha annunciato misure analoghe, vietando l'ingresso a tutti gli stranieri e le partenze dei locali.

Il governo di Tashkent ha anche chiuso scuole e università per tre settimane e cancellato tutti gli eventi pubblici, misure precedentemente annunciate dal Kazakistan. (segue)