Coronavirus, Kyriakides: Ue si prepari ad affrontare infezione

Coa

Roma, 26 feb. (askanews) - "Nell'Unione europea siamo ancora in una fase di contenimento" della diffusione del coronavirus, ma "vista la velocità con cui si evolve la situazione, bisogna essere pronti in tutta l'Ue ad affrontare questa situazione e un numero elevato di infezione". Lo ha detto oggi, durante una conferenza stampa al ministero italiano della Sanità, la commissaria europea alla Salute, Stella Kyriakides, spiegando che le autorità europee stanno "lavorando per un coordinamento da questo punto di vista".

"Tutti gli Stati membri dell'Ue devono essere pronti a rispondere alla minaccia anche dal punto di vista della diagnosi della malattia, con test di laboratorio e con procedure per rintracciare chi è stato a contatto con chi è malato. Tutti devono avere un piano per intervenire, questo è cruciale", ha aggiunto Kyriakides, che ha incontratio a Roma il minsitro Roberto Speranza, il direttore di Oms Europa Hans Kluge e la direttrice dell'Ecdc (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) Andrea Ammon.