Coronavirus, Kyriakides: Ue si prepari ad affrontare infezione -2-

Coa

Roma, 26 feb. (askanews) - "Per potere mitigare il rischio di diffusione" del coronavirus, "i paesi membri dell'Ue stanno aggiorando i piani di preparazione in caso di una pandemia", ha detto da parte sua la direttrice dell'Ecdc (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) Andrea Ammon.

"La nostra valutazione è che ci potrebbero essere situazioni simili in altri paesi europei, ma con differenze tra un paese e l'altro", ha aggiunto, ricordando che "sebbene si stia lavorando a livello di contenimento, c'è bisogno di essere pronti ad affrontare altri scenari, in Italia e a liello di Unione europea". "E' molto importante raccogliere informazioni in maniera standardizzata", ha insistito.

"Questo è un nuovo virus, dobbiamo imparare il più possibile sulla malattia, sulla trasmissione e su chi colpisce", ha concluso Ammon. "Il ruolo dell'Ecdc è quello di valutare i rischi e fornire linee guida. Lo facciamo aiutando le autorità pubbliche a essere pronte a rispondere a ogni emergenza".