Coronavirus, l’Aeronautica porta in Germania 2 pazienti italiani

Coronavirus, l’Aeronautica porta in Germania 2 pazienti italiani

Milano, 27 mar. (askanews) – Continua l’impegno delle Forze armate italiane per l’emergenza Covid-19. Nella giornata del 26 marzo 2020 due pazienti colpiti dal coronavirus Sars-Cov2 sono stati trasportati da Bergamo a Dresda, in Germania con un aereo da trasporto C-130J della 46esima Brigata Aerea dell’Aeronautica Militare italiana.

L’aereo, decollato da Pisa, ha fatto scalo a Cervia per imbarcare le speciali barelle per il trasporto in biocontenimento dei pazienti e il team di medici e infermieri militari specializzati. Poi ha fatto scalo a Bergamo-Orio al Serio da dove, dopo aver imbarcato i pazienti, ha fatto rotta verso Dresda.

A Cervia, sede del 15esimo Stormo dell’Aeronautica, è stato creato un hub temporaneo dove medici e infermieri dell’Aeronautica, specializzati in trasporti in alto biocontenimento sono sempre pronti al decollo sia con gli elicotteri HH-101A sia con glia aerei C-130J di Pisa configurati come vere e proprie “ambulanze volanti”.

Le attività vengono coordinate dal Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico (Ferrara), centro nevralgico della Forza Armata che attraverso il proprio Air Operation Center è deputato a ricevere e valutare le richieste che di volta in volta possono arrivare da ospedali, prefetture o dalla Protezione civile.