Coronavirus, l’ex caserma Serena di Treviso nuovo focolaio Covid

Coronavirus, l’ex caserma Serena di Treviso nuovo focolaio Covid

Treviso, 30 lug. (askanews) – Questa è la ex caserma “Serena” di Casier a Treviso, ora centro d’accoglienza migranti, al centro delle polemiche perché è diventata, di fatto, il principale focolaio di Covid-19 in Italia dopo che lo screening terminato il 30 luglio 2020 sui migranti ospitati e sui 22 operatori ha evidenziato 129 positività al coronavirus Sars-Cov2.

I positivi, tutti asintomatici, sono stati isolati e messi in quarantena nella struttura, assieme ai negativi. Un nuovo screening sarà eseguito tra una settimana per accertare eventuali guarigioni.

L’Unità Locale Socio-Sanitaria 2 del Veneto garantisce il monitoraggio costante della situazione, in collaborazione con tutti gli enti coinvolti.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.