Coronavirus, l’Inghilterra metterà in quarantena tutti gli over 70

coronavirus inghilterra boris johnson

Tutti gli over 70 in quarantena per il rischio coronavirus in Inghilterra. Anche senza sintomi. È quanto si presta a mettere in campo il Governo britannico del premier Boris Johnson per combattere la pandemia di Covid-19. A dare la notizia sul piano, che già sta suscitando numerose polemiche, è stato il giornalista Robert Peston di Itv. Una “fase due”, insomma, anticipata da una “fase uno” che sostanzialmente non comportava particolari restrizioni, ma solo raccomandazioni. Utilizzare frequentemente acqua e sapone, stare a casa sette giorni se si hanno sintomi.

Coronavirus in Inghilterra: “Come se fossimo in guerra”

Il repentino cambio di rotta dell’Inghilterra sul coronavirus è stata improvviso. Tanto che lo stesso Robert Peston ha commentato: “Come se fossimo in guerra”. Il piano che Boris Johnson si appresta a mettere in campo ha i più anziani al centro. In massa gli ulta settantenni verranno isolati per diverse settimane. Quante settimane dipende dal tempo che ci vorrà affinché la popolazione inglese contragga il coronavirus, guarisca e resti immunizzata. Il primo ministro aveva già parlato della sua teoria sull’immunità di gregge, per cui tra l’altro non c’è nemmeno una totale evidenza scientifica.

Il piano “differente”

A quel punto gli anziani verranno “liberati”. Nel frattempo si prevede anche la chiusura delle scuole, di pub, di ristoranti ed il sequestro di alberghi allo scopo di allestire ospedali di emergenza. Un piano rischioso e che differisce per approccio e modalità di attuazione da quello degli altri Paesi europei, Italia in primis.

“Molte famiglie perderanno i propri cari”

“Molte famiglie perderanno i propri cari prematuramente. – aveva annunciato Boris Johnson in un suo discorso affiancato da esperti sanitari britannici – Abbiamo fatto il possibile per contenere questa malattia e questo ci ha fatto guadagnare un po’ di tempo ma ora è una pandemia globale e il numero di casi reali aumenterà significativamente e probabilmente è già molto più alto di quelli confermati finora dai test. Voglio essere chiaro, questo è la peggiore crisi sanitaria per una generazione. Alcuni la paragonano a un’influenza stagionale ma non è corretto. Per via della mancanza di immunità questa malattia è più grave e continuerà a propagarsi. Devo essere onesto con il popolo britannico, molte famiglie perderanno i propri cari prima del tempo”.

E la Regina?

La regina Elisabetta, intanto, ha già lasciato Buckingham Palace. Elisabetta sta bene, non è contagiata, ma insieme al marito Filippo si è trasferita nella tenuta di Winsdor. Anche per la regina potrebbe scattare la quarantena precauzionale.