Coronavirus, l’Oms: l’epidemia è arrivata a un punto decisivo

Coronavirus, l’Oms: l’epidemia è arrivata a un punto decisivo

Roma, 27 feb. (askanews) – L’epidemia di coronavirus “è giunta a un punto decisivo”, ha dichiarato il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus da Ginevra, sottolineando come nelle ultime 48 ore il numero di casi di Covid-19 nel mondo abbia superato quello dei nuovi casi in Cina.

“Quello che sta accadendo nel resto del mondo è quello che ora ci preoccupa. Al di fuori della Cina ci sono stati 3.474 casi in 44 Paesi, con 54 decessi. Siamo a un punto decisivo”.

Sette i paesi che nelle ultime 24 ore hanno confermato i rispettivi primi casi: Brasile, Georgia, Grecia, Macedonia, Norvegia, Pakistan e Romania: “Il mio messaggio a ciascuno di questi Paesi è: questa è la vostra finestra di opportunità, se agirete adesso in modo aggressivo potrete contenere il coronavirus e salvare delle vite”, ha concluso il direttore generale dell’OMS, parlando anche all’Italia e ai paesi maggiormente colpiti come Iran e Corea del Sud: “Non è il momento della paura, è il momento di agire per prevenire le infezioni e salvare delle vite”.