Coronavirus, la Danimarca abbatte 17 milioni di visoni

Il governo danese ha disposto la soppressione di 17 milioni di esemplari di visoni. Sarebbero infatti portatori di una mutazione del coronavirus trasmissibile all'uomo. 12 persone risultano già infette. La premier danese Mette Frederiksen ha spiegato: "Siamo il più grande produttore mondiale di pellicce di visone. Il rischio è troppo alto e non voglio che ci carichiamo sulle spalle la responsabilità di aprire la porta a un nuovo Covid 19 immune al vaccino in nome del nostro interesse all’export di pellicce. Dunque la decisione estrema è inevitabile, nell’interesse del mondo intero”. Il rischio causato dai visoni è emerso dopo uno studio dell'agenzia governativa "Statens Serum Institut".