Coronavirus, la Germania in emergenza chiude i confini

coronavirus germania angela merkel

La Germania chiuderà i propri confini con Svizzera, Francia e Austria a causa dell’emergenza coronavirus. È la decisione assunta dalla cancelliera tedesca Angela Merkel. Il provvedimento sarà attivo a partire dalle ore 8 di lunedì 16 marzo 2020. Stando a quanto emerso Merkel si sarebbe confrontata a lungo con il Ministro dell’Interno Horst Seehofer e con il Ministro della Sanità Jens Spahn, che firmeranno con la cancelliera gli atti. Il Governo centrale ha già informato le autorità del Baden-Württemberg, del Saarland e della Renania-Palatinato.

Coronavirus in Germania: il caso dei confini

Bisogna ricordare che il confine con la Polonia era già stato interdetto per volere delle autorità di Varsavia. Continueranno a circolare, comunque, merci e pendolari allo scopo di evitare il blocco dell’economia. Si tratta di ulteriori provvedimenti della Germania per combattere l’emergenza coronavirus.

Il discusso decreto

Nei giorni precedenti Berlino aveva anche bloccato le esportazioni, in particolare verso l’Italia, di prodotti di protezione e lavoro. Un decreto molto discusso che la Germania ha ritirato, o meglio, sospeso, riprendendo l’export di mascherine, guanti, camici e tute protettive.

Il passo di Angela Merkel

Le ultime notizie sulla pandemia di coronavirus che ha raggiunto anche la Germania hanno spinto la cancelliera Angela Merkel ad effettuare il passo successivo. Nel Paese tedesco i contagi hanno superato quota 3mila con 7 morti in totale. In tutto il territorio sono salite alla ribalta delle cronache scene già viste nel nostro Paese. Supermercati presi d’assalto, chiusura di bar, ristoranti, musei, teatri, cinema, biblioteche e scuole fino al 18 aprile. Limitazioni anche per la circolazione di autobus e metropolitane a partire da martedì 17 marzo.