Coronavirus, la nave Costa Smeralda a Savona: controlli sanitari a bordo

coronavirus savona

La nave della Costa Smeralda è arrivata a Savona dopo lo stop registrato a Civitavecchia per i due casi sospetti (poi smentiti dalle analisi) di coronavirus. La prossima tappa del tour nel Mediterraneo è proprio la Liguria, ma prima di proseguire tutti i passeggeri saranno sottoposti agli opportuni controlli. Alle ore 6:30 del primo febbraio, infatti, un’equipe medica ha accolto al porto la nave e ha passato sotto lo scanner di controllo febbrile uno ad uno i passeggeri. Sono almeno seicento le persone di nazionalità cinese a bordo pronte a sbarcare; mentre un centinaio attendono di salire a bordo.

Savona, arrivata la nave Costa Smeralda

Sono iniziati i controlli sanitari a bordo della nave Costa Smeralda approdata al porto di Savona: a bordo potrebbero esserci persone infette da coronavirus. Infatti, lo sbarco a Civitavecchia era stato negato in un primo momento a causa del sospetto di due persone che accusavano i sintomi tipici del virus cinese. Era poi ripartita nella serata di venerdì 31 gennaio per arrivare nella mattinata del primo febbraio in Liguria. Ad attenderla, al porto di Savona c’era un’equipe medica e una squadra del personale sanitario pronta ad effettuare i test sui passeggeri.

Sono almeno seicento le persone cinesi che dovrebbero sbarcare nelle prossime ore. Per tutti, però, è previsto il controllo della temperatura corporea effettuato con mascherine e guanti. Successivamente allo sbarco, ci sono un altro centinaio di persone che attendono di salire a bordo e provengono da Cina, India e altri paesi già toccati dal contagio. Anche per loro, dunque, scatteranno gli opportuni controlli. Già a partire dal pullman di trasferimento a Savona sono iniziati i primi test: è richiesta la compilazione di moduli per tracciare gli ultimi spostamenti dei passeggeri.

Il sindaco

“Le procedure di sbarco e imbarco dei passeggeri della nave Costa Smeralda sono state predisposte dall’Autorità Sanitaria Marittima, secondo le indicazioni ministeriali”. Così il sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio ha spiegato le procedure messe in atto nelle ultime ore. “I due casi sospetti – ha aggiunto ancora -, sono risultati negativi a seguito degli accertamenti effettuati presso l’ospedale Spallanzani”.