Coronavirus, la pronuncia di Luigi Di Maio scatena l’ironia del web

Coronavirus, la pronuncia di Luigi Di Maio scatena l’ironia del web

In queste ultime ore Luigi Di Maio è diventato protagonista inconsapevole del web italiano, a causa di un bizzarro episodio avvenuto durante una conferenza stampa in merito all’emergenza sanitaria del coronavirus. L’attenzione degli utenti è andata infatti sull’inattesa pronuncia anglofona del ministro degli Esteri quando dice la parola coronavirus, che passando dalle labbra del capo della Farnesina diventa un inglesissimo “coronavairus“. Un dettaglio che non ha mancato di suscitare l’ilarità del web nostrano.

Coronavirus: la pronuncia di Luigi Di Maio

Nel video che riprende l’intervento avvenuto nel corso della conferenza stampa, si può sentire Luigi Di Maio affermare: “Ogni stato membro sta adottando delle misure rispetto alla vicenda e all’emergenza del coronavirus”, pronunciando però la parola coronavirus all’inglese in un contesto nel quale viene invece utilizzata esclusivamente la lingua italiana.

Un utilizzo della lingua d’Albione che può definirsi senz’altro fuori luogo, nonostante il contesto di quella che è un’emergenza sanitaria internazionale. Forse Luigi Di Maio ha cercato a modo suo di replicare in qualche modo a chi in passato lo rimproverava di non avere la giusta caratura cosmopolita per essere considerato all’altezza del ministero degli Esteri, inciampando però in un eccesso di zelo linguistico.

Le critiche di Francesca Barracciu

Alle decine di critiche nei confronti dell’intervento di Luigi Di Maio si è aggiunta anche quella dell’ex eurodeputata ed esponente di Italia Viva Francesca Barracciu, che in un post pubblicato sui social ha dichiarato: “Qualcuno costringa quest’asino di Luigi Di Maio ad inginocchiarsi sui ceci e gli spieghi che VIRUS è un vocabolo LATINO non inglese e che si pronuncia così come è scritto, non VAIRUS come fa lui. Dio santo che vergogna!!!!”.