Coronavirus, la Thermo Fisher di Monza produrrà vaccino Pfizer

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 25 mar. (askanews) - La Thermo Fisher Scientific di Monza, una delle sedi italiane della multinazionale americana, contribuirà a produrre nel suo impianto brianzolo il vaccino anti-Covid-19 di Pfizer-BioNTech nel corso del 2021. Lo ha annunciato la società in una nota nella quale si dice "orgogliosa di lavorare con i propri clienti a livello globale nella lotta contro il Covid-19, supportandoli nello sviluppo e nella produzione di vaccini e terapie, compreso il vaccino Pfizer-BioNTech".

Thermo Fisher sta infatti lavorando come parte della rete globale di produzione di vaccini di Pfizer, e fornirà servizi di produzione a contratto, in Italia, per il vaccino Pfizer-BioNTech contro il Covid che sarà distribuito in diversi mercati. Thermo Fisher fornirà, in particolare, servizi di riempimento sterile e preparazione del prodotto finito nel proprio stabilimento di Monza nel corso del 2021.

La sede monzese del gruppo americano è specializzata nella produzione di siringhe e cartucce preriempite. Ha al suo interno un centro per lo sviluppo di iniettabili sterili. L'azienda offre la conformità alle normative sui farmaci controllati in Europa e negli Stati Uniti, nonché tecnologie di produzione usa e getta e servizi di imballaggio secondario completamente integrati. Ha ricevuto l'approvazione da varie agenzie di controllo normativo internazionali, tra cui l'Fda statunitense, l'europea Ema, la brasiliana Anvisa e la giapponese Pmda.