Coronavirus Lazio, 1.613 contagi e 45 morti: il bollettino

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Sono 1.613 i nuovi contagi da Coronavirus nel Lazio secondo il bollettino reso noto oggi. Da ieri sono stati registrati altri 45 morti e 1.636 guariti. "Il Lazio è tra le grandi regioni quella che è sempre rimasta in zona 'gialla', ma questo non significa un semaforo verde" avverte l'assessore alla Sanità e l'integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato. "Anzi, bisogna aumentare il rigore poiché l’andamento potrebbe peggiorare". "Diminuiscono i casi, i ricoveri e le terapie intensive, mentre aumentano i decessi. Il rapporto tra positivi e tamponi - che sono stati 12mila da ieri - è al 12% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4,5%". "I casi a Roma città sono a quota 700. In questa ultima settimana sono raddoppiati il numero di nuovi focolai di trasmissione in particolar modo relativi ad ambito familiare ed è aumentata la percentuale di positività nei tamponi effettuati. Questo ci deve portare alla massima cautela".

"Nelle province si registrano 444 casi e sono cinque i decessi nelle ultime 24 ore. Nella Asl di Latina sono 132 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 77 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 127 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 69 e 88 anni con patologie", evidenzia D'Amato. "Nella Asl di Viterbo si registrano 91 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 88 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 94 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto".

Nel Lazio sono 77.855 i casi attualmente positivi a Covid-19, di cui 2.871 ricoverati, 309 in terapia intensiva e 74.675 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 94.457 e i decessi 4.060.