Coronavirus, Lazio: sindaco di Fiumicino scrive ai genitori -2-

Bet

Roma, 4 mar. (askanews) - "Ho visto professionisti meticolosi, preparati, zelanti lavorare senza pause per tutta la giornata confrontandosi con le dirigenti scolastiche (e non solo!) degli istituti frequentati dai figli della coppia in questione" scrive il sindaco di Fiumicino Montino. "Hanno ricostruito giorni, luoghi, orari degli spostamenti, nomi delle persone più esposte perché rimaste per un certo periodo di tempo e ad una certa distanza a contatto con le tre persone positive. Ne è scaturito un elenco di 51 persone, tutte sottoposte a "sorveglianza attiva" e in isolamento nelle loro case. Tra loro, alcune con sintomi (secondo quanto stabilisce il protocollo) sono state sottoposte al test e sono risultate tutte (tutte!) negative. Questo ci rassicura perché pur essendo state a stretto contatto con le tre persone in questione, non possono a loro volta avere contagiato nessuno. Ciò nonostante, continuano ad essere in isolamento" precisa. "I medici e gli esperti ci hanno spiegato che non c'è alcuna necessità di chiudere le altre scuole perché nessuno tra coloro che frequenta o lavora nelle altre scuole risulta, al momento, in grado di trasmettere il virus. Per gli altri istituti la situazione è esattamente identica a com'era fino alla scorsa settimana. Con una differenza: in questo momento l'attenzione delle autorità sanitarie su Fiumicino è altissima e questo deve farci sentire più al sicuro, se possibile" assicura. (segue)