Coronavirus, Lazio: sindaco di Minturno, ora collaborazione

Bet

Roma, 3 mar. (askanews) - "Buongiorno. Ora tocca a noi. Una donna della nostra comunità, positiva al coronavirus, è ora ricoverata allo Spallanzani di Roma. In un mondo globalizzato come il nostro è una cosa che sarebbe potuta accadere". Parole del sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli, da ieri è impegnato ad affrontare l'emergenza Coronavirus. Su Facebook parla direttamente alla popolazione per tenerla informata su quanto sta accadendo in queste ore. Le raccomandazioni del primo cittadino son quelle che, ormai, si rincorrono da settimane e "ora più che mai è importante che ognuno di noi dimostri la sua collaborazione e il suo senso civico per tenere sotto controllo un possibile contagio" spiega il sindaco che precisa: "i protocolli legati all'emergenza sono già attivi. È fondamentale non affidarsi al caso e non lasciarsi dominare dal panico. Per questa ragione, insieme a tutti voi, vorrei provare a mettere in fila qualche riflessione: Prima di tutto, non tutte le persone che sono venute a contatto con la signora infetta sono state a loro volta infettate" rassicura e chiarisce che "non tutte le persone che contraggono il virus si ammalano, la maggior parte dei contagi infatti è asintomatica o con sintomi banali assimilabili ad un leggero malanno di stagione".

Tra le azioni già intraprese: "le persone che sono state a stretto contatto con il paziente infetto sono state poste tutte in quarantena con sorveglianza attiva e chi avvertirà sintomi sarà sottoposto a tampone con il rispetto di tutte le procedure precauzionali previste dalla legge (come già avete potuto osservare in un video che gira da ieri sera sui social)". E poi le raccomandazioni: "osservare le precauzioni indicate nel decalogo del Ministero, di continuare a condurre la vita normale di tutti i giorni e in caso di eventuale comparsa di sintomi di rivolgersi telefonicamente al proprio medico curante. Senza allarmismi e senza panico. Raccomando una maggiore prudenza e precauzione alle persone con più di 65 anni e a quelle con patologie pregresse o con sistema immunitario deficitario. Infine un ringraziamento a tutto il personale sanitario dell'Ospedale di Formia e del Punto di primo intervento di Minturno", dice ancora il sindaco.