Coronavirus, le raccomandazioni di Ciciliano per la notte di San Silvestro

·2 minuto per la lettura
Covid Ciciliano Capodanno
Covid Ciciliano Capodanno

Alla vigilia delle festività natalizie preoccupa il brusco rialzo della curva epidemiologica, in Italia come nel resto del continente. I contagi sono in aumento e cresce il tasso di positività. Durante le feste non si escludono nuovi e più intensi assembramenti, ma gli esperti raccomandano attenzione: a dirlo è anche il membro del Cts Fabio Ciciliano, che a Capodanno consiglia di stare in famiglia e suggerisce di sottoporsi a tampone prima di partecipare a eventi affollati.

Covid, le raccomandazioni di Ciciliano sul Capodanno

Molte città italiane annullano feste di piazza e grandi eventi in occasione del Capodanno e gli esperti consigliano massima prudenza. Le feste natalizie devono essere ancora all’insegna della massima attenzione.

Dopo un 2020 fatto di isolamento e incertezza, il vaccino anti-Covid ha portato una rinnovata speranza nella lotta alla pandemia. Tuttavia, il virus continua a circolare e – complice anche la scoperta della variante Omicron – gli effetti della quarta ondata si fanno sentire con forza, proprio alla vigilia delle festività. Sebbene si desideri sempre di più riassaporare lo spirito natalizio fatto di allegria e condivisone, servono soprattutto attenzione e accortezze. A sottolinearlo, senza generare allarmismi, è Ciciliano, membro del Cts.

Covid, Fabio Ciciliano: “Capodanno in famiglia”

Intervistato da Il Giornale, Fabio Ciciliano ha parlato dell’emergenza coronavirus in Italia che sta colpendo con maggiore incidenza a pochi giorni dal Natale.Il Capodanno festeggiamolo in famiglia con una bella bottiglia di spumante assieme a gente vaccinata e che conosciamo. Quest’anno non è ancora tempo di veglioni e feste di piazza, ha dichiarato.

Quindi ha ricordato: “Ora molto sindaci illuminati le stanno eliminando per evitare gli assembramenti. Ma sarebbe bene estendere questo divieto a tutto il Paese. Urla, grida, baci e abbracci senza mascherina sono molto rischiosi”.

Ciciliano non esclude l’ipotesi di eseguire un tampone prima di vedere gli amici o celebrare il Natale con i parenti. “Pure il vaccinato può trasmettere il virus e quindi gli antigenici sono utili nelle discoteche e nei locali affollati, perché sono un meccanismo di elevazione del sistema di controllo. L’alternativa è limitare del tutto le feste di fine anno anche al chiuso”, ha sottolineato. Poi ha precisato: “Gli antigenici hanno una sensibilità inferiore ai molecolari, ma se i contagi dovessero aumentare condivido la scelta di estenderli ai vaccinati per eventi di grande assembramento. La stessa cosa non è accettabile per i ristoranti, cinema, teatri. Se sto seduto e zitto, onestamente non vedo il rischio”.

Covid, le raccomandazioni di Ciciliano sul Capodanno e le previsioni sul nuovo anno

Fabio Ciliano raccomanda l’uso della mascherina e ribadisce la necessità di vaccinarsi contro il Covid.La stragrande maggioranza dei contagi è nella fascia 0-9. Bisogna convincere con informazioni chiare e corrette. Contro la Omicron vanno meglio le Fp2, io la raccomanderei sui bus, metro, ma anche nei centri commerciali o nelle vie in cui si accalca molta gente”, ha spiegato.

Quindi ha raccomandato: Terze dosi e vaccinazioni ai bambini e rispettare le regole di comportamento, mascherine, distanziamento e lavaggio mani: prima lo si faceva ogni due minuti. Ora si è persa questa abitudine”.

In previsione del 2022 ha dichiarato: “Io lo vedo bene. Mentre l’anno scorso mi cadeva l’occhio sui contagi, ora mi cade l’occhio sui ricoveri che stanno reggendo“. Poi assicura: “Non faremo la fine dell’Inghilterra e dell’Olanda”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli