Coronavirus a Lecco: i turni infiniti e le pizze in omaggio ai medici

Coronavirus Lecco turni pizze

Sta facendo il giro del web il post di Sabina Baggioli, un’infermiera dell’ospedale Manzoni di Lecco che come tanti si sta trovando a fronteggiare l’emergenza coronavirus in prima persona: la donna ha parlato delle difficili condizioni di lavoro che l’hanno spinta a turni infiniti e della commozione provata di fronte all’omaggio di alcune pizze da parte di una signora anonima.

Coronavirus a Lecco: turni infiniti e pizze in omaggio

Che gli ospedali stiano vivendo un momento di difficoltà a causa dell’infezione è ormai risaputo e denunciato da più parti. Le persone che necessitano di terapia intensiva sono infatti molte e spesso più dei posti letto che le strutture ospedaliere hanno a disposizione. Nel ribadire questa situazione, Sabina ha però trovato anche un risvolto positivo grazie ad un episodio verificatosi nel reparto di rianimazione dell’ospedale in cui lavora.

Pur in un momento di pochi riposi, senza ferie né permessi e vedendo poco i propri familiari, è riuscita ancora a commuoversi dopo aver ordinato delle pizze. Uscita a prenderla, il ragazzo che le ha portate le ha detto che una signora presente in pizzeria, avendo sentito che stava andando a consegnare il cibo per i medici, ha voluto pagarle per porgere loro un ringraziamento. “Ecco un’infermiera di Sala Operatoria, ex Neurorianimazione, passata dall’oggi al domani in Corona-Ria, dopo una giornata di mer*a, spettinata e che puzza di disinfettante, che si commuove con sette pizze in mano davanti a un ragazzo della pizzeria Rida“, ha scritto Sabina.

Un piccolo gesto ma molto significativo per chi, ogni giorno, sta cercando di fronteggiare al meglio l’emergenza coronavirus fornendo aiuto e supporto a tutti i pazienti.