Coronavirus, Lega alla Ue: misure e fondi straordinari per l'Italia

Rea

Roma, 10 mar. (askanews) - "Il Coronavirus sta scatenando in Italia e in Europa un cataclisma sanitario ed economico che va affrontato con misure eccezionali e con tutti gli strumenti possibili. Ecco perché servono fondi straordinari da parte dell'UE: e questi soldi servono subito, prima che sia troppo tardi. Al diavolo i vincoli europei, il patto di stabilità, i vostri zero virgola: gli italiani non possono morire di virus o di fame per gli assurdi vincoli di bilancio europei. Noi useremo tutti i soldi che serviranno al nostro Paese perché abbiamo il dovere di salvare la vita di milioni di italiani e la vita di milioni di imprese. L'Europa ha questa ultima occasione per dimostrare di esistere davvero". Lo ha dichiarato l'europarlamentare della Lega Mara Bizzotto nel suo intervento in aula a Bruxelles durante la sessione Plenaria del Parlamento Europeo.

"Sul Coronavirus l'Europa è stata, ancora una volta, totalmente assente e non ha fatto nulla per combattere l'emergenza sanitaria ed economica scoppiata in Italia e in tutti i Paesi Europei. Anzi: invece di fermare subito gli arrivi dalla Cina, l'Europa ha trattato da appestati soltanto gli italiani provenienti dal Veneto, dalla Lombardia, dall'Emilia Romagna. Una vera e propria vergogna per la quale l'Europa deve chiedere scusa a tutti gli italiani", ha dichiarato l'europarlamentare leghista Mara Bizzotto.