Coronavirus, Lega: da Conte solo schiaffi per lodigiano

Pol/Vep

Roma, 29 feb. (askanews) - "Pieno sostegno ai nostri sindaci, i lodigiani non sono cittadini di serie B. La Lega lavora in squadra e al governo vogliamo mandare un messaggio chiaro: dopo i vergognosi schiaffi verbali ricevuti dal presidente del consiglio non accettiamo prese in giro. Servono provvedimenti seri, adesso, subito, perché alla fine di questo incubo il territorio possa ripartire con slancio". Così gli esponenti della Lega della provincia di Lodi in Regione e in Parlamento Selene Pravettoni, Pietro Foroni, Guido Guidesi e Luigi Augussori.

"Le nostre sono richieste che partono da necessità oggettive, sono attuabili e di buon senso: ZES in tutta la nostra provincia, zero imposte e un fondo da assegnare alla Provincia di Lodi. Il grande senso di responsabilità che sta dimostrando la nostra Comunità non può essere un alibi per il governo a restare immobile".