Coronavirus, Lega Lazio: Zingaretti diserta il Consiglio

Bet

Roma, 4 mar. (askanews) - "I cittadini del Lazio pagano lo stipendio a Nicola Zingaretti, ma lui se ne frega e diserta persino il Consiglio straordinario sul Coronavirus. E' normale? Intanto i contagiati aumentano, le imprese saranno colpite dagli effetti negativi dell'economia, nel Lazio vantiamo opere ferme da tempo (ad esempio la Roma-Latina e la bretella Cisterna-Valmontone e il ripascimento della costa) e gli ospedali sono carenti dei dispositivi di protezione". Così in una nota il capogruppo e i consiglieri della Lega in Consiglio regionale del Lazio Orlando Angelo Tripodi, Daniele Giannini, Laura Corrotti, Laura Cartaginese e Pasquale Ciacciarelli, a proposito dell'assenza del Presidente della Regione Lazio nel consiglio straordinario sul Coronavirus. "Basta pensare che le soluzioni disinfettanti, parte integrante dell'ordinanza Zingaretti sul Coronavirus, sono carenti o non sono esposte nelle strutture del Servizio sanitario come appurato dal nostro blitz nel pronto soccorso del San Giovanni Addolorata a Roma, uno degli ospedali più grandi del Centro Italia. Tutti aspettano le misure del Presidente della Regione Lazio, ma lui non c'è o non ha tempo neanche di fronte ad un'emergenza. Perché non si dimette?"