Coronavirus, l'epidemia e il pericolo dei "supercontagiosi" -4-

Bea

Roma, 11 feb. (askanews) - Molte persone sono supercontagiose semplicemente per il lavoro che fanno, che li porta a contatto con molte persone. Gli studenti a scuola sono un classico esempio di diffusione ampia e rapida dei contagi. Altri invece rilasciano grandi quantità di virus, così che chiunque entri in contatto con loro viene contagiato. Gli ospedali che curavano i malati di Sars, la sindrome respiratoria acuta, diventarono centri di diffusione dell'epidemia importanti. I malati conclamati che venivano ricoverati erano infatti anche molto contagiosi e trasmisero la malattia a molti sanitari.