Coronavirus: lettera Gualtieri a Ue, 'proiezione deficit/pil 2020 dal 2,2% al 2,5%'

Coronavirus: lettera Gualtieri a Ue, 'proiezione deficit/pil 2020 dal 2,2% al 2,5%'

Roma, 5 mar. (Adnkronos) – Il pacchetto che stiamo per legiferare "vale 6,3 miliardi di euro in termini di impatto sul disavanzo". Se il Parlamento italiano approverà "la spesa aggiuntiva, la proiezione del disavanzo per il 2020 salirà al 2,5% del pil" rispetto al 2,2% autorizzato dal Parlamento lo scorso settembre. Ad affermarlo è il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, nella lettera inviata al vice presidente della Commissione Europea, Valdis Dombrovskis, ed al Commissario all’Economia, Paolo Gentiloni.

Il trend dei conti pubblici, prima dell'emergenza di Coronavirus, "è stato estremamente incoraggiante". In effetti, il risultato del deficit/pil per il 2019 "è stato molto più basso del previsto all'1,6% rispetto a una proiezione del 2,2% nel documento programmatico di bilancio di ottobre".

Tuttavia, pur partendo da una base più solida, l'epidemia di Coronavirus "impatterà negativamente i dati economici e di bilancio di marzo e le nostre proiezioni annuali. Allo stato attuale, è difficile prevedere quale sarà l'impatto netto di tutti questi fattori, ma speriamo che la nuova stima sia vicina a quella originale".