Coronavirus, in Liguria in totale 2026 positivi: 162 in più -3-

Red/Gtu

Roma, 25 mar. (askanews) - "Grande sensibilità e preoccupazione da parte dei familiari degli ospiti delle Rsa, abbiamo ricevuto tantissime le telefonate ai numeri verdi", ha aggiunto la vicepresidente e assessore alla sanità Sonia Viale, spiegandoLa media è di 1000 telefonate al giorno, con il picco fino a 1900 telefonate, che si è registrato lunedì dopo il nuovo dpcm. Tante le domande e sempre più appropriate rispetto ai bisogni. Le persone chiedono dell'esito dei tamponi, delle consegne a domicilio, di chi possono contattare se sono in quarantena. A tutte le persone viene data una risposta rispetto a chi può prendere in carico il loro bisogno e da lunedì ci saranno altri operatori per far fronte al numero di domande".

Riguardo invece ai test molecolari, l'assessore Viale ha spiegato che "è stata pubblicata da Alisa la modalità che regolamenta i test offerti alla popolazione da parte di laboratori privati; era giusto disciplinarli e i cittadini devono sapere a cosa servono. Vi sono prescrizioni severe rispetto alla possibilità di accedere a questa tipologia di esame e anche sulla consegna degli esiti vi sono prescrizioni, in quanto devono essere accompagnati dalla descrizione da parte di un medico. I test molecolari partiranno con gli operatori sanitari e saranno uno strumento che sarà propedeutico ai tamponi da fare al personale sanitario. E' una questione molto tecnica e rappresenterà una risposta importante a una richiesta che arriva dai rappresentanti sindacali del personale medico".

Un tema centrale secondo l'assessore alla sanità anche la carenza del personale ."A questo proposito - ha detto Viale - è stato fatto un bando da Alisa che ha già visto adesioni, ma questo rallenta le operazioni di apertura delle nuove realtà che devono consentire le dimissioni dagli ospedali. La struttura Sereni Orizzonti ha accolto oggi le prime 5 persone ed è pronta ad arrivare a 70 ospiti". (Segue)