Coronavirus in Lombardia, in arrivo pasti e farmaci a domicilio per anziani

coronavirus lombardia anziani

Tra i più esposti al rischio di contrarre il Coronavirus ci sono gli anziani ed è per questo che la Regione Lombardia ha messo a punto una serie di misure per garantire assistenza agli over 65. Lo ha spiegato l’assessore al Welfare Giulio Gallera. Dei 1254 contagiati in Lombardia il 53% ha più di 65 anni. Così come è over 65 il 68% di coloro (127 persone in tutto) che sono ricoverati nei reparti di Terapia intensiva degli ospedali lombardi. Inoltre, purtroppo, erano per lo più anziani anche i 38 morti che ha registrato la Regione, scomparsi sempre a causa del virus.

Coronavirus in Lombardia

Gli anziani sono quindi le persone da proteggere maggiormente in questa situazione d’emergenza. La Regione, in data 2 marzo, ha rinnovato a tutti gli over 65 l’invito a restare a casa e ridurre le occasioni di socialità. In questo modo si dovrebbe diminuire la possibilità di contrarre il virus. “Uscite il meno possibile nelle prossime due o tre settimane”, ha detto Gallera. Tuttavia serve per questo motivo una rete di assistenza per aiutare gli anziani che restano nei propri domicili. La Regione ha quindi deciso di “mettere in campo un’azione di informazione ma anche di accompagnamento ai nostri anziani”. A tutti gli over 65 verranno garantiti pasti, ma anche farmaci a domicilio.

A Milano sono già attive le farmacie Lloyds e la Coop. La catena di supermercati offre, a tutti i milanesi over 65 che fanno la spesa sul sito Supermercato24, la consegna gratuita della spesa a domicilio.

“Alcuni operatori hanno dichiarato al Comune di Milano, così come conferma il sindaco, di voler dare vita ad una farmacia a domicilio gratuita per gli over 65, per ampliare il servizio già esistente al numero 800 189 52 – ha spiegato il capogruppo della Lega a Palazzo Marino Alessandro Morelli -. Questa iniziativa fa onore alla città, perché verrà incontro ai tanti anziani che in questo momento, a causa di disposizioni regionali, è preferibile che restino a casa per tutelare la propria salute. In questo momento gli anziani hanno bisogno di tutto l’appoggio e l’affetto possibile“.