Coronavirus: in Lombardia effettuati 70 test, tutti negativi

red-fcz

Milano, 4 feb. (askanews) - Hanno tutti dato esito negativo i 70 test effettuati in Lombardia su persone a rischio Coronavirus. Lo riferisce in una nota l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera. "Fino ad oggi abbiamo valutato 70 casi di persone che richiamavano sintomi particolari e che provenivano da quelle aree, presi in carico e messi in isolamento attraverso percorsi di fast track, quindi sottoposti a test scientifici che hanno dato tutti esito negativo. Il sistema sanitario lombardo sta attuando le linee guida emanate dal ministero con grande puntualità ed efficienza e continuerà a farlo qualunque implementazione verrà richiesta", spiega l'assessore parlando di sistema sistema sanitario regionale "solido, reattivo ed efficiente".

Gallera smentisce poi "con assoluta nettezza" l'ipotesi di "una contrapposizione fra le dichiarazioni del presidente Fontana e quelle del sottoscritto". E chiarisce: "Nella mattinata di oggi ho affermato che l'iniziativa del presidente Fontana e degli altri governatori è giusta e positiva, perchè invita il governo ad approfondire la delicatissima tematica dell'arrivo di cittadini cinesi in Italia attraverso percorsi non diretti (l'Italia ha infatti chiuso i voli provenienti dalla Cina), effettuati con scali intermedi o in aeroporti di nazioni a noi vicine per poi completare il viaggio con auto e treni. Emerge quindi la necessità di controllarne lo stato di salute e tenerlo monitorato. Le posizioni evidenziate dai governatori hanno peraltro trovato un riscontro in affermati professionisti quali i professori Burioni e Ricciardi. Dall'altro lato - sottolinea ancora l'assessore lombardo - nel mio ruolo di assessore alla sanità, e quindi di colui che è chiamato ad attuare le azioni di prevenzione, mi sono limitato ad evidenziare che fino ad oggi il ministero e l'Istituto Superiore di Sanità hanno emanato circolari che non prevedano restrizioni per bambini e ragazzi che rientrano dalla Cina".