Coronavirus Lombardia, Gallera: "23 decessi"

webinfo@adnkronos.com

In Lombardia sono "cresciuti a 23 i decessi", per coronavirus, ma sono stati dimessi in 60, con tampone negativo. Lo afferma l'assessore al Welfare, Giulio Gallera, in Regione Lombardia. "Sono tutte persone - spiega - particolarmente anziane, con patologie già presenti e un quadro clinico compromesso. Hanno  - continua - quasi tutti con patologie  cardiovascolari, diabete, qualcuno con criticità oncologiche". "Abbiamo chiesto al governo la possibilità di assunzione di pensionati medici e infermieri. Stiamo valutando".  

Regione Lombardia sta valutando un ospedale dedicato nella gestione dei pazienti di coronavirus. "Valutiamo anche di individuare dei presidi ospedalieri dove collocare i pazienti di coronavirus, ci eravamo impegnati a liberare i reparti per i pazienti"."Anche l'Oms ci consiglia per la specificità e per la garanzia degli operatori sanitari di avere un ospedale dedicato, ma non abbiamo ancora pensato né a dove né come".  

In Lombardia "le zone rosse rimangono quelle, lavoriamo con attenzione agli isolamenti volontari". "Da martedì - annuncia - si attiva Baggio, l'ex ospedale militare, dove porteremo una serie di pazienti, che possono essere dimessi ma restano positivi ai tamponi. Li teniamo lì in attesa che si negativizzino". "Gli accessi giornalieri in ospedale per coronavirus", rassicura, "continuano a diminuire". "Ieri sono stati 28, l'altro ieri 39 e il giorno prima ancora 44, continuano a diminuire" conclude.