Coronavirus in Lombardia, Gallera: “Virus in tutta la regione”

Coronavirus in Lombardia, parla Gallera

L’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, ha avvertito la popolazione della regione di stare a casa, almeno fino a quando l’emergenza Coronavirus non sarà rientrata. “Sono giornate bellissime e i lombardi sono gente dinamica che ama vivere e socializzare – ha principiato -. Ma in questo momento vi è la necessità che ognuno adotti stili di vita consapevoli”.

Coronavirus in Lombardia, l’appello di Gallera

L’assessore ha parlato in un videomessaggio pubblicato sul suo profilo Facebook. Qui ha invitato i cittadini a restare nelle proprie abitazioni. “In questo momento vi è la necessità che ognuno adotti stili di vita consapevoli​. Bisogna stare a casa, bisogna evitare gli assembramenti, bisogna attuare il distanziamento sociale. È fondamentale se vogliamo sconfiggere il Coronavirus, questa infezione che si sta propagando in tutta la regione”.

Intanto fa paura soprattutto la provincia di Bergamo. “C’è una zona della provincia di Bergamo dove in due comuni si sta certamente sviluppando un piccolo focolaio. Ne abbiamo parlato con il ministro della Salute, Roberto Speranza, è stato interessato l’Istituto Superiore della Sanità e attendiamo che da Roma si prenda una decisione circa l’opportunità di istituire o no una nuova zona rossa”, ha dichiarato Attilio Fontana.

La diffusione del Covid-19 infatti non si arresta. Sale il bilancio delle vittime. “Possiamo rallentare la diffusione del coronavirus adottando comportamenti responsabili e consapevoli. Insieme ce la faremo”, ha ribadito Gallera.