Coronavirus, M5s: 1.100 agenti carceri risposta seria e tempestiva

Pol/Arc

Roma, 13 mar. (askanews) - "Più di 1.100 agenti di Polizia Penitenziaria presto in servizio nella carceri italiane, ecco una risposta seria e tempestiva dopo i disordini dei giorni scorsi, di fronte a problemi di organici accumulati negli anni e alla necessità di aumentare la prevenzione sanitaria contro il rischio di diffusione del Coronavirus". Lo afferma la senatrice M5S Bruna Piarulli, componente della commissione Giustizia e ex direttore penitenziario.

"La linea scelta dal ministro Bonafede e dal MoVimento 5 Stelle per risollevare il comparto Giustizia - prosegue - è innanzi tutto quella di assumere il personale che deve portare avanti il lavoro, oltre alla riforme dei processi che sono all'esame del Parlamento. Servono magistrati, funzionari amministrativi e agenti penitenziari, le assunzioni già partite nei mesi scorsi e che si concluderanno il prossimo anno cambiano radicalmente i numeri in organico. Arriva quindi di conseguenza la scelta di Alfonso Bonafede di anticipare eccezionalmente la conclusione del periodo di formazione per gli allievi agenti della polizia penitenziaria. Le carceri italiane avranno così i rinforzi di personale fondamentale per garantire la sicurezza e il rispetto dei diritti di tutti".