Coronavirus, M5s: al lavoro per dare ulteriori risposte

Pol-Afe

Roma, 23 mar. (askanews) -"L'ulteriore stretta arrivata ieri sul mondo produttivo metterà a dura prova la nostra economia, per questo è necessario imbastire da subito misure specifiche. Come componenti della commissione Industria del Senato, abbiamo lavorato per formulare alcune proposte al fine di perfezionare i vari provvedimenti già messi in atto dal governo per fronteggiare l'emergenza. Sappiamo che ora sui decreti il fattore tempo è cruciale, al pari di quello delle risorse. Quindi è probabile che le nostre proposte rivolte a industria, artigianato, commercio e a tante altre categorie produttive, oltreché ovviamente ai singoli nuclei familiari, potranno essere accolte soltanto nei provvedimenti che verranno varati nelle prossime settimane. Il nostro impegno è e sarà quello di renderli la base sulla quale strutturare un nuovo decreto Crescita, indispensabile per far ripartire le nostre imprese quando saremo fuori dalle misure restrittive. Continuiamo comunque a lavorare per studiare tutti gli accorgimenti del caso. Evidenziamo con rammarico che proprio in queste ore complicate, mentre noi proponiamo emendamenti e ci riuniamo continuamente, c'è chi specula parlando di camere ferme in diretta tv, quando invece le commissioni lavorano e le capigruppo dei due rami del parlamento stanno facendo di tutto per accelerare i lavori parlamentari sui decreti legati al Covid-19. Salvini e Meloni pensino a lavorare: le bugie a mezzo stampa sono l'ultima cosa di cui i cittadini hanno bisogno in questa fase delicata". Così in una nota i senatori M5s Gianni Girotto, Cristiano Anastasi, Elena Botto, Marco Croatti, Emanuele Dessì, Gabriele Lanzi e Sergio Vaccaro, componenti della commissione Industria, Commercio e Turismo.