Coronavirus, M5s: da Lega proposta assurda e contro diritto salute

Pol-Afe

Roma, 3 mar. (askanews) - "Troviamo grave e pericolosa una proposta avanzata dal relatore Ostellari nel parere della commissione Giustizia sul decreto Coronavirus: secondo l'esponente della Lega bisognava eliminare la previsione dell'arresto fino a tre mesi per chi non segnala all'azienda sanitaria di rientrare in Italia proveniente da zone a rischio epidemiologico. Innanzi tutto era infondata la motivazione con cui Ostellari avanzava la proposta: non ci troviamo affatto di fronte a un caso di autodenuncia. Al contrario si tratta di un atto di positiva e doverosa collaborazione del singolo a tutela della salute della collettività. Ed è evidente come a prevalere sia in ogni caso il diritto alla Salute, tanto più in una fase così delicata per il nostro paese. Questa proposta ovviamente è stata cancellata dalla maggioranza, ma troviamo assurdo e grave che dalla Lega arrivi questo genere di proposte contrarie allo spirito di responsabilità e collaborazione che caratterizzano il decreto legge". Così in una nota i senatori del MoVimento 5 Stelle Elisa Pirro, capogruppo nella commissione Igiene e Sanità e Mattia Crucioli, vice presidente della commissione Giustizia.