Coronavirus: M5S Lombardia accusa Fontana, 'su Governo parole surreali'

Coronavirus: M5S Lombardia accusa Fontana, 'su Governo parole surreali'

Milano, 19 mar. (Adnkronos) – Le parole del presidente della Lombardia, Attilio Fontana, sul Governo (“Roma fatica a comprendere la situazione”) non sono piaciute al Movimento 5 Stelle della Lombardia. "Sono parole surreali", scrive in una nota il gruppo consiliare regionale.

"La Lega continua a dire e a contraddire quello detto il giorno prima. Il coronavirus è anche una girandola di dichiarazioni spesso incongruenti e soprattutto inefficaci, il cui effetto è stato solo quello di creare confusione. Se, infatti, in una prima fase il presidente di Regione, Attilio Fontana, insieme a Salvini e Zaia si era detto a favore di misure poco stringenti, si è poi visto come abbia fatto passi indietro. Con l’aggravarsi della situazione, infatti, ha messo in evidenza la necessità di adottare soluzioni più dure. Troviamo le dichiarazioni di oggi incongruenti e al limite del surreale, con una mano chiede aiuto a Roma, con l’altra stringe il pugnale sostenendo che: ‘a Roma faticano a rendersi conto della gravità della situazione’".

Secondo il Movimento, "ogni richiesta d’aiuto è stata accolta".