Coronavirus, M5s: sostenere settore turistico. Decreto primo passo

Pol/Gal

Roma, 29 feb. (askanews) - "L'allarmismo e il panico generato dall'emergenza coronavirus sta causando una crisi senza precedenti per il turismo italiano, con un impatto negativo notevole sia nel turismo 'in entrata' che in quello 'in uscita'. Voli cancellati o bloccati, disdette delle prenotazioni degli alloggi e visite guidate andate in fumo: purtroppo questo accade non solo nelle zone rosse, ma inizia a diffondersi in tutta Italia". Così, in una nota, i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Attività produttive.

"Il decreto approvato ieri sera è sicuramente un passo giusto: tra le varie misure ve ne sono anche di specifiche per sostenere il settore turistico, ad esempio con la sospensione fino al 31 marzo del versamento dei contributi per le agenzie di viaggio e i tour operator", proseguono i deputati. "Molto, comunque, bisognerà fare sia per evitare conseguenze durissime agli operatori del settore, sia per rilanciare l'immagine del nostro Paese all'estero. Siamo certi che il governo stia lavorando per ulteriori provvedimenti che verranno annunciati a breve. Come parlamentari continueremo a monitorare la situazione e a impegnarci affinché venga tutelato un settore importantissimo per la nostra economia che, ricordiamo, vale il 13% del Pil nazionale", concludono i portavoce del MoVimento 5 Stelle.