Coronavirus, de Magistris: è una guerra da combattere

Psc

Napoli, 14 mar. (askanews) - "E' una guerra e bisogna combattere. Abbiamo adottato delle misure che fanno del Comune di Napoli uno dei comuni in prima linea anche nella rapidità con cui mettiamo in campo tutte le azioni a supporto delle imprese, delle attività commerciali, dei lavoratori e della nostra comunità per ridurre ogni appesantimento burocratico e non far pesare sui cittadini questa sofferenza". Così, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. In un video, il primo cittadino partenopeo ha commentato le misure adottate dalla giunta attraverso una delibera approvata, nella tarda serata di ieri, nella quale sono stati prorogati alcuni pagamenti di tasse, imposte e tributi e disposte misure di maggiore sicurezza per i dipendenti comunali e delle partecipate. Il sindaco ha poi ribadito l'impegno "per chiedere al Governo quelle misure straordinarie là dove il Comune non puo' arrivare", evidenziando che si sta lavorando 24 ore su 24 "in difesa della nostra città e del nostro popolo" evidenziando che si avrà, però, "tolleranza zero per chi si rifiuta di svolgere servizi di pubblica necessità".