Coronavirus, De Magistris: "C'è un giallo Campania"

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

"Più che colore giallo, a questo punto temo che ci sia un 'giallo Campania'". Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris intervenuto a "Cartabianca" su Rai 3.

"Sono sconcertato - ha spiegato de Magistris - perché se guardo quel che accade nella mia città, ascolto l'appello dei medici, degli infermieri, dei direttori sanitari e dei pazienti, la situazione negli ospedali è drammatica. Non parliamo delle altre patologie, la gente non si cura più se non per casi gravissimi. Ci sono le file per avere l'ossigeno, non si trova l'ossigeno in alcune farmacie, le ambulanze arrivano anche con un'ora di ritardo per gli incidenti stradali, per non parlare dell'assistenza a casa. La situazione è drammatica eppure si assiste a un balletto di irresponsabilità e di assenza di trasparenza tra Governo e Regione. Ho avuto pazienza fino ad ora, ma da sindaco di Napoli ho il dovere di far comprendere al Paese che la situazione negli ospedali della città è drammatica".

"Siccome ho capito che il giochetto è lasciare le città con il cerino in mano, farò un'iniziativa clamorosa nei prossimi giorni", ha poi annunciato.

"Visto che su Napoli e sulla Campania evidentemente non ci si vuole assumere le responsabilità di intervenire per avere restrizioni più forti per tutelare la salute e per fare dei ristori adeguati per immettere liquidità - ha spiegato de Magistris - faremo delle azioni clamorose così forse il Governo si sveglierà e comprenderà che in Campania c'è una situazione di emergenza". Le iniziative, ha aggiunto de Magistris, saranno prese nelle prossime 48 ore.

De Magistris non è entrato nel merito della "iniziativa clamorosa" che metterà in campo ma ha solo annunciato che "la farò nelle prossime 48 ore", aggiungendo però che "la sto concertando anche con la Prefettura".