Coronavirus: malati sospetti a Wuhan portati via con la forza

coronavirus malati sospetti

Gli agenti di polizia cinese sono chiamati ad un grande lavoro per cercare di limitare l’epidemia del coronavirus. In tuta antisettica, gli agenti di Wuhan, la località cinese da dove è iniziato tutto nel Dicembre del 2019, sono costretti ad usare le maniere forti per mettere in sicurezza la zona e portare le persone nei centri specializzati per combattere il virus.

In rete, in particolare sui siti di alcuni tabloid britannici, circolano dei video. Le immagini mostrano come i poliziotti trascinino di peso alcune persone per poterli rinchiudere in quarantena. Tra le immagini che rimbalzano sul web, c’è anche quella di una donna trascinata per i piedi fuori da un supermercato perché sorpresa senza mascherina protettiva. Per questa ragione la polizia ha provveduto a metterla in isolamento nel più breve tempo possibile.

Coronavirus: agenti forzano malati sospetti

In un altro filmato è possibile vedere tre persone portate via con forza dagli agenti in tuta bianca. Una di esse, che rifiutava di spostarsi, è stata afferrata e trascinata via da 4 agenti per mani e piedi. I video che mostrano le geste della polizia cinese, sarebbero emersi dopo che il vicepresidente cinese Sun Chunlan ha chiamato il “popolo” a una “guerra” contro l’epidemia a rapida diffusione.

Inoltre, il governo centrale avrebbe ordinato a Wuhan (città in cui vivono ben 14 milioni di persone) di portare tutti i sospetti malati e le persone a loro più stretto contatto nei campi di quarantena. La misura è necessaria per valutare le loro condizioni di salute. Solo così, infatti, è possibile evitare il dilagare del virus che sta spaventando il mondo intero.