Coronavirus, Malesia vieta attracco a nave da crociera: 173 italiani a bordo

coronavirus nave malesia

Una nave da crociera della Costa Fortuna si è vista negare l’approdo dalla Malesia a causa dell’emergenza coronavirus. Infatti, da quanto si apprende, a bordo ci sarebbero 173 passeggeri italiani. La compagnia ha spiegato in una nota che “a causa delle restrizioni imposte nelle ultime ore dal governo all’arrivo di viaggiatori di nazionalità italiana, l’imbarcazione è stata autorizzata solo a entrare nel porto di Penang come da itinerario programmato”. La nave, quindi, sta facendo rotta verso Singapore.

Coronavirus, Malesia blocca nave

Era accaduto il 6 marzo allo stesso gruppo di connazionali, la cui nave da crociera era rimasta bloccata in Thailandia. Di nuovo, sabato 7 marzo la stessa nave da crociera della Costa Fortuna si è vista vietare l’attracco anche dalla Malesia: a bordo ci sarebbero 173 italiani “in buona salute”. Ancora prima, un altro episodio simile, si era verificato a Napoli: una nave da crociera è stata posta in quarantena al porto.

L’emergenza coronavirus, quindi, rende difficili è quasi impossibili gli spostamenti per gli italiani, ai quali gli Stati stanno imponendo grosse restrizioni. “Costa Crociere – spiega al compagnia in una nota – conferma che a causa delle restrizioni imposte nelle ultime ore dal governo della Malesia all’arrivo di viaggiatori di nazionalità italiana, la Costa Fortuna non è stata autorizzata ad entrare nel porto di Penang come da itinerario programmato. La nave è ora diretta ora verso Singapore”.

”Costa Crociere – chiarisce la nota – precisa che la situazione sanitaria a bordo non presenta alcuna criticità e che non ci sono casi sospetti fra gli ospiti italiani o di altre nazionalità”. La compagnia “è ovviamente rammaricata per questa decisione inattesa” e “sottolinea infine come, in uno scenario in continua evoluzione, la tutela della salute e della sicurezza dei propri ospiti è una priorità assoluta”.