Coronavirus, a Malpensa voli Covid-tested con gli Usa

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 mar. (askanews) - Via libera all'aeroporto di Milano Malpensa alla sperimentazione dei voli 'Covid-Tested' da e per gli Stati Uniti. Lo ha comunicato in una nota Sea, la società che gestisce lo scalo in provincia di Varese, annunciando una ordinanza siglata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, che sarà in vigore fino alla fine di giugno. Il provvedimento, si legge, "favorirà il traffico aereo intercontinentale grazie a voli più sicuri".

L'ordinanza, spiega Sea, prevede che tutti i passeggeri in partenza sulla tratta Milano New York e viceversa dovranno presentare, all'imbarco, una certificazione attestante il risultato negativo del test molecolare (RT PRC) o antigenico, effettuato nelle 48 ore precedenti il volo. In particolare, i passeggeri in arrivo a Malpensa, avranno la possibilità di evitare la quarantena o l'isolamento fiduciario, previsto per coloro che arrivano dagli Stati Uniti, effettuando un test antigenico (RADT) in aeroporto.

La fase sperimentale ha lo scopo di valutare l'efficacia e la funzionalità della nuova modalità di viaggio per contenere il rischio di contagi da Covid-19, con l'obiettivo di renderla più ampiamente disponibile in vista dell'estate.

"Il risultato è stato frutto di un impegno congiunto con i Ministeri della Salute e dei Trasporti assieme alla Regione Lombardia - ha affermato Armando Brunini, Amministratore Delegato Sea - che ringraziamo per il lavoro di questi mesi. Milano New-York è la destinazione intercontinentale con maggior numero di frequenze e di passeggeri - ha aggiunto Brunini - Ci auguriamo che questa sperimentazione sia il primo passo per un allargamento delle destinazioni Covid-Tested che riteniamo fondamentali per sostenere il traffico in questo periodo ancora molto difficile della pandemia".