Coronavirus, Marche: in quarantena chi arriva da zone rosse

Red/rus

Roma, 10 mar. (askanews) - È stata pubblicata questa mattina l'ordinanza n 4 del Presidente della Regione Marche, illustrata nel corso della cabina di regia che si è tenuta ieri pomeriggio. L'ordinanza prevede che tutte le persone provenienti dalle zone di contagio previste nel Dpcm 8 marzo 2020, che hanno fatto ingresso nella regione Marche a partire dal 7 marzo 2020, escluse quelle di cui all'art. 1 lettera a) del Dpcm 8 marzo 2020 (spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o spostamenti per motivi di salute), devono comunicare il loro ingresso al medico di medicina generale o all'operatore di sanità pubblica del servizio territorialmente competente. L'ordinanza prevede, per gli stessi soggetti, l'osservanza della misura della permanenza domiciliare, con isolamento fiduciario, da mantenere per 14 giorni. Inoltre, al fine di evitare in maniera più efficace il rischio di contagio per la popolazione anziana, per le persone disabili e per quelle con problemi di salute mentale è obbligatoria, a partire dal'11 marzo e fino al 3 aprile, la sospensione dell'attività dei rispettivi centri semi residenziali e diurni su tutto il territorio regionale, incentivando, dove possibile, percorsi di domiciliarità e servizi di prossimità.