**Coronavirus: Mattarella, 'destino comune, universalità diversa da globalizzazione**

**Coronavirus: Mattarella, 'destino comune, universalità diversa da globalizzazione**

Roma, 21 lug. (Adnkronos) – "La pandemia sta dimostrando a tutti che, nel mondo, siamo legati da una sorte comune, e che abbiamo dei pericoli comuni", che vanno quindi inseriti in un contesto di "universalità", che è concetto diverso rispetto a quello di globalizzazione. Lo scrive il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un saluto per i 170 anni di 'Civiltà cattolica'.

Per il Capo dello Stato occorre perciò "attribuire un sapore di futilità –che risulta tuttora difficile superare e abbandonare– ai motivi di contrasto che invece affannano il mondo. Occorre sviluppare in profondità il discernimento per comprendere in che modo trasferire nei comportamenti concreti e quotidiani questa percezione che si riscontra –piuttosto indefinita– di una condizione e di un destino comuni, in un mondo che, invece, sembra tentato dall’abbandono delle formule di collaborazione internazionale, di tutte le forme di multilateralismo che non evitano completamente ma, quanto meno, attenuano l’egoismo dei più forti a danno dei più deboli".

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.