Coronavirus, Mattarella: la scienza è alleata della società

Afe

Roma, 28 feb. (askanews) - "Abbiamo validissimi ricercatori in Italia, abbiamo grandi scienziati italiani che operano nei nostri laboratori e in quelli di tutto il mondo. La scienza è alleata della società e questa deve riferirvisi con senso di responsabilità". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, celebrando al Quirinale il 30° anniversario della Fondazione Telethon, in occasione della Giornata Mondiale delle malattie rare.

"Di fronte alla comparsa di un nuovo insidioso virus - ha aggiunto - si apprezza meglio il valore della scienza, la dedizione delle donne e degli uomini che portano avanti nuove ricerche, l'impegno sul campo di chi ne applica i risultati".

"Eppure - ha detto ancora il capo dello Stato - è accaduto in questi anni che la scienza fosse messa in discussione. Abbiamo assistito a comportamenti irrazionali, al propagarsi di teorie antiscientifiche, ad esempio sui vaccini, al diffondersi di ansie che si sono tramutate in comportamenti autolesionisti".

"Avere fiducia nella scienza - ha concluso - non vuol dire avere fiducia di qualcosa di astratto. Vuol dire avere fiducia in noi stessi, nella nostra comunità".