Coronavirus, Mazzetti (Fi): Bonafede si attivi per rivolte nelle carceri

Pol/Vep

Roma, 9 mar. (askanews) - "Apprendo dalla stampa nazionale e locale di una rivolta piuttosto dura nel carcere di Prato: ci sarebbero state infatti fiamme in alcune celle, che avrebbero costretto i vigili del fuoco a intervenire insieme a carabinieri e polizia. La protesta sarebbe avvenuta dopo che altri penitenziari in tutta Italia avevano fatto scattare proteste simili. Tutto pare causato dal divieto ai familiari di entrare in carcere per i colloqui settimanali, misura nell'ambito del Decreto Governativo per contenere il Coronavirus. In queste ore c'è molta preoccupazione in tutto il nostro Paese, per la reazione dei detenuti nelle carceri e timore anche per le conseguenze nell'immediato per la popolazione circostante i penitenziari e non solo, visti i fatti odierni di Foggia, dove vi sono stati molti evasi, tutt'ora ricercati dalle forze dell'ordine". Lo afferma in una nota Erica Mazzetti, deputata di Forza Italia.

"In merito ad ogni tipo di vicenda emersa più o meno grave, mi auguro, che il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, dia risposte immediate e si attivi per risolvere questi problemi che si stanno verificando in tutta Italia, da Modena, a Pavia a San Vittore a Milano, da Reggio Emilia a Ferrara, fino ad arrivare all'Ucciardone di Palermo e a Foggia", conclude.