Coronavirus, medici: "Nostra preoccupazione recepita in parte"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Se domani l'Italia si sveglierà più rossa e arancione, "la nostra preoccupazione in parte è stata recepita dal governo", commenta all'Adnkronos Salute il presidente della Federazione degli Ordini dei medici (Fnomceo), Filippo Anelli, che nei giorni scorsi ha più volte chiesto il lockdown nel Paese per dare respiro ai servizi sanitari e ai medici e infermieri in affanno. "La nostra è la visione di chi vive giorno per giorno una situazione di estrema difficoltà per cercare di garantire le cure a tutti i pazienti, Covid e non", sottolinea Anelli. "Chiediamo con forza misure più drastiche, perché arrivare a fine dicembre, ovvero in piena stagione influenzale, con questi numeri comporterebbe grandissimi problemi".

"Comprendo che il governo debba tener conto anche" di altri aspetti, come "quello economico, ma giudico opportuno da parte nostra esprimere quelle che sono le nostre preoccupazioni", conclude.

"Napoli zona rossa per 2 settimane", appello dei medici