Coronavirus, Merkel: per la Germania la più grande sfida... -2-

Sam

Roma, 19 mar. (askanews) - Nei giorni scorsi il governo federale tedesco e quello dei vari Lander hanno chiuso scuole, molte aziende e spazi pubblici in un tentativo sempre più disperato di rallentare la diffusione del virus.

Il paese non ha comunque imposto con determinazione alle persone di restare a casa, al contrario delle restrizioni più severe introdotte in Francia, Belgio, Italia e Spagna.

E i tedeschi hanno continuato ad uscire per godersi il sole primaverile e socializzare, talvolta persino organizzando dei "corona party" a dispetto dello sforzo delle autorità che insistevano sulla necessità di evitare i contatti sociali.

La Merkel, che proviene dall'ex Germania comunista dell'Est, ha affermato di comprendere quanto sia difficile rinunciare a "diritti duramente conquistati" come la libertà di movimento e di viaggio.

Tali decisioni non vengono mai prese alla leggera in una democrazia, ha detto, e potranno essere solo temporanee. "Ma sono necessarie subito - ha sottolineato - per salvare delle vite".