Coronavirus, Merlo: al lavoro per rimpatriare italiani

Pol/Bac

Roma, 31 mar. (askanews) - "Come governo italiano, con la Farnesina in prima linea e in collaborazione con le diverse compagnie aeree, continuiamo a lavorare per riportare in Patria quegli italiani rimasti bloccati all'estero in piena emergenza coronavirus". Lo dichiara il Sottosegretario con delega per gli italiani all'estero, Ricardo Merlo.

"Per esempio, è partito ieri da Santiago, passando per Lima, il volo della compagnia aerea italiana NeosAir, organizzato - racconta - con il ministero degli Esteri, con a bordo i primi turisti italiani bloccati in Cile e Perù. Grazie agli sforzi delle Ambasciate d'Italia in quei paesi e degli ambasciatori Battocchi e Curcio, è stato possibile organizzare questo straordinario ponte aereo che ha consentito questo volo speciale per Milano".

"Altri voli charter di questo tipo verranno organizzati nei prossimi giorni per riportare a casa i nostri fratelli italiani perché nessuno sia lasciato solo", conclude il sottosegretario.